Giornata nazionale del risparmio energetico

Sensibilizzare ad un uso intelligente dell’energia e alla scelta di stili di vita sostenibili, è questo l’obiettivo della Giornata Nazionale del Risparmio Energetico che festeggerà la sua XV edizione il prossimo 1 Marzo.
All’interno di questa giornata si inserisce anche la campagna “M’illumino di meno”, ideata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio2 che invita a spegnere le luci come gesto simbolico per riflettere sulla necessità di razionalizzare i consumi energetici. Nelle passate edizioni hanno aderito all’iniziativa molte città italiane che, spegnendo temporaneamente l’illuminazione di monumenti e luoghi significativi, hanno regalato ai cittadini momenti intensi di buio unendoli nella consapevolezza che sprecare risorse ed energia non è più possibile.

Il risparmio energetico passa dalle nostre abitudini

Tra le abitudini quotidiane che possiamo modificare per contribuire al risparmio di energia, contribuendo così alla tutela dell’ambiente e delle risorse naturali, ci sono quelle legate al nostro smartphone, il cui utilizzo intenso e prolungato pregiudica la durata della batteria.

Ecco allora, in occasione della Giornata nazionale del risparmio energetico 2019, cinque accorgimenti suggeriti da Wikio per assicurare una vita più lunga alla batteria:

  1. Attivare l’opzione risparmio energetico: un modo semplice per avere batterie più reattive, grazie all’ottimizzazione dell’uso delle applicazioni che consumano energia per i loro continui backup e aggiornamenti. Può essere attivata anche in modo automatico, scegliendo una percentuale di partenza. Un accorgimento molto semplice che garantirà una maggior autonomia d’uso, mettendo l’utente al sicuro da spegnimenti improvvisi o evitandogli ricerche improbabili di prese di corrente;
  2. Disattivare Wi-Fi, Bluetooth e servizi di geolocalizzazione: tre funzionalità che, se attivate, lavorano costantemente, ricercando connessioni di rete, collegamenti Bluetooth disponibili o la posizione dell’utente, anche quando non ne abbiamo bisogno, favorendo così un calo della batteria piuttosto rapido. Con la semplice disattivazione dal menù del proprio smartphone è possibile limitare consumi non necessari;
  3. Impostare la sospensione dello schermo: se troppo lunga, infatti, può ridurre sensibilmente l’autonomia dello smartphone. Nella maggior parte dei casi, si utilizza il telefono per azioni molto rapide, come rispondere a un messaggio, controllare una notifica o semplicemente l’ora. Se lo sleep mode dello schermo non è impostato correttamente, lo smartphone rimarrà accesso consumando inutilmente batteria;
  4. Impostare le notifiche sul blocco schermo: è un utile consiglio per evitare di dover continuamente riattivare lo schermo in caso di notifiche in arrivo. Questa impostazione è una pratica virtuosa per salvaguardare l’autonomia del device;
  5. Widget sì, ma solo se necessari: se da un lato sono comodi e semplificano la vita, dall’altro hanno un impatto negativo sulla durata della batteria. Se non sono imprescindibili, possono essere eliminati per garantire maggior vita al nostro smartphone.
×

I commenti sono chiusi.