Il progetto Garc per STEF: un’opera complessa

Da Luglio 2018 Garc è attiva sul progetto commissionato dal Gruppo STEF, specialista europeo del trasporto e della logistica agroalimentare a temperatura controllata, con una storia di rilievo e un chiaro impegno sociale che guida ogni decisione.

La commessa affidata a Garc SpA prevede la costruzione del secondo lotto di un importante polo logistico dell’azienda utilizzato come deposito refrigerato e dei locali ad esso annessi.

Garc, continua il suo percorso di specializzazione nella costruzione di opere complesse proponendo anche per questa committenza una soluzione integrata che va dalla redazione del progetto in BIM fino alla realizzazione degli impianti e delle sistemazioni esterne.

L’ opera interessa una superficie complessiva di 9.300 metri quadrati, situata nel Comune di Granarolo dell’Emilia, che sarà costituita da un’area di deposito refrigerato di 8.700 metri quadrati e da un’area di 600 metri quadrati destinata al locale imballaggio e sprinklage e ad altri locali tecnici.

Tra le soluzioni progettuali più significative di questo progetto vanno segnalate la realizzazione della struttura portante dell’edificio in calcestruzzo armato precompresso (CAP), un materiale dalle elevate caratteristiche di resistenza e l’utilizzo per i tamponamenti verticali perimetrali e per la copertura, di pannelli coibentati (detti anche pannelli sandwich), strutture in grado di assicurare isolamento termico e acustico senza rinunciare alla resistenza meccanica.

Nella fase iniziale dei lavori sono state eseguite le fondazioni a plinti su terreno consolidato con il metodo del jet-grouting, un’ operazione di iniezione nel terreno di una miscela cementizia, con pressioni molto più elevate di quelle convenzionali, che permette di consolidare i terreni di fondazione.

L’intera opera sarà completata con impianti tecnologici, sistemazioni esterne, ed elementi legati alla viabilità.

×

I commenti sono chiusi.