Istanbul: chi ricicla plastica e lattine viaggia gratis

Nella capitale culturale turca sono stati installati dei distributori automatici che emettono biglietti per i mezzi di trasporto in cambio di bottiglie di plastica e lattine d’alluminio. L’iniziativa vuole incoraggiare le buone pratiche ambientali in un paese come la Turchia che è il terzo d’Europa per produzione di rifiuti, ma è all’ultimo posto in fatto di riciclo.

Ad Istanbul una corsa sulla metro, sul tram o sull’autobus costa 2,60 lire turche (circa 40 centesimi in dollari americani). Inserendo nel distributore una bottiglietta da mezzo litro si riceve un accredito di 3 centesimi mentre una da 1,5 litri vale 9 centesimi. Le lattine di alluminio invece sono più preziose, dando in cambio 9 centesimi turchi per una lattina da 0,5 litri.  Una volta raggiunto il credito necessario si riceve un biglietto valido per autobus, metro e tram. I primi distributori sono stati installati nella stazione della metro I.T.U.- Ayazaga, vicina al distretto finanziario di Maslak, ma il sindaco di Istanbul Mevlut Uysal ha dichiarato che l’obiettivo è di installare 100 distributori entro fine anno collocandoli in 25 zone differenti della città, inoltre ha fatto sapere che chi riciclerà di più, potrà usufruire di ulteriori vantaggi, come ad esempio sconti sui biglietti degli spettacoli teatrali.

Questo metodo di pagamento alternativo dei mezzi pubblici è stato accolto con favore dai pendolari della metropoli turca, anche perché la valuta nazionale di recente ha avuto un netto calo scendendo ai minimi storici contro il dollaro a causa dell’inflazione in aumento e delle tensioni con gli Stati Uniti. L’iniziativa vuole incentivare al riciclo una città abitata da 15 milioni di persone ancora poco propense a farlo.

×

I commenti sono chiusi.