Garc SpA_B Corp_Carpi_Modena

Progetti di ricerca e Centro di Competenze sull’Economia Circolare

La Regione Emilia-Romagna finanzia i progetti di ricerca “WTRM (Waste to Raw Materials) and Textile Circular Open Innovation” legati all’Economia Circolare che Garc Ambiente SpA SB sviluppa all’interno di un polo di eccellenza dedicato al servizio per le imprese dei distretti tessile, ceramico, automotive e edile reggiano e modenese, per una migliore gestione dei rifiuti in ottica di simbiosi industriale.
Il piano di ricerca, presentato e approvato dal bando della Regione Emilia-Romagna (legge 14/2014), prevede uno sviluppo in tre anni e permette al polo d’eccellenza di Garc Ambiente di perseguire la propria missione per lo sviluppo di percorsi di transizione ecologica e di Economia Circolare in ambito regionale.
Il finanziamento prevede l’assunzione di nuove figure, molte delle quali laureate, e la generazione di valore che sostenga le imprese nella gestione dei propri rifiuti e/o nel riutilizzo di scarti di altre produzioni, in ottica di simbiosi industriale e ricaduta positiva sul territorio.
Al fine di rendere questo modello economico una realtà concreta, Garc Ambiente è impegnata nel supportare la crescita di questo nuovo modello di collaborazione tra le aziende per lo scambio di risorse, che crei un beneficio comune alle imprese e valore condiviso con l’intera comunità.

Andrea Grillenzoni (Amministratore Delegato di Garc Ambiente SpA SB):
«Con questi progetti Garc Ambiente persegue un confronto e un coinvolgimento sempre maggiore con la comunità attraverso le istituzioni, le associazioni, le università e le imprese del distretto industriale, rafforzando così il legame con il territorio e facendo un grande passo avanti anche nell’ambito Ricerca & Sviluppo».

Garc Ambiente, che negli anni ha radicato il suo impegno verso i temi dell’Economia Circolare, lavora allo sviluppo di un Centro di Competenza al fianco delle istituzioni. In questo quadro si delinea il supporto della Regione Emilia-Romagna e si concretizza nell’attribuzione del bando di cui sopra.
Il Centro di Competenze per l’Economia Circolare riunisce abilità tecniche, analitiche, regolatorie, legislative e finanziarie in grado di affiancare le “aziende clienti” in processi legati alla gestione di rifiuti e sottoprodotti. Si intende così realizzare un ecosistema industriale trasversale a più settori, che ha l’obiettivo di rafforzare procedure virtuose e introdurre tecnologie che consentano nuove relazioni in ottica di Economia Circolare. Per la loro prossimità geografica, abbiamo scelto di progettare il Centro di Competenze partendo dai distretti produttivi tessile, ceramico, automotive e edile, permettendo alle imprese di accedere a materie prime secondarie “a km 0”.
Questa scelta è in linea con i valori di Garc Ambiente e di tutto il Gruppo GARC che ha adottato un modello di business sostenibile, orientato al rispetto e al miglioramento dell’ambiente, in ottica di adesione degli ESG (Environmental, Social and Governance) nella propria attività d’impresa.

Luca Archi (Direttore Generale di Garc Ambiente SpA SB):
«La nostra mission è quella di accompagnare le aziende in questa fase di transizione verso un modello circolare che metta in rete i bisogni e le esperienze per massimizzare il riutilizzo di risorse normalmente considerate scarti, abbattendo l’utilizzo di materie prime estrattive. Rigenerare valore è l’obiettivo ambizioso che ci siamo dati per sviluppare il nostro Centro di Competenze sull’Economia Circolare.»

Facebook
LinkedIn

Articoli Correlati

Call Now ButtonChiama ora